Programmi

L'associazione propone ogni 3 mesi un programma ricco di nuove iniziative.

Storie di Donne: Sante, Madonne e Popolane

In occasione della festa della Donna, abbiamo pensato di organizzare un percorso dedicato alle Donne, a tutte le donne, quelle di ieri e quelle di oggi che si sono distinte ciascuna per un motivo diverso: donne fragili e donne forti, donne affrante e donne piene di vita e di speranza, tutte con una loro storia, che è poi la storia di tutte noi. Attraverso una serie di capolavori celebri presenti nelle più belle chiese napoletane, scopriremo emblemi della femminilità, simboli dell’eterno femminino ed assisteremo anche ad una suggestiva performance teatrale nella quale l’attore professionista Max Cataliotti reciterà alcune poesie.

 

L’antica nobiltà napoletana tra sedili e palazzi

La presenza di famiglie nobili è sempre stata una costante nella storia della città di Napoli. Schierate contro il potere regio, in lotta tra di loro per i privilegi e per il prestigio, mosse dall’ambizione e dal potere, esse ostentano le proprie ricchezze attraverso la costruzione di imponenti e ricchi palazzi, sulle cui facciate, al di sopra del portale, fanno bella mostra di sé gli stemmi gentilizi. Un itinerario che, attraverso i palazzi e i mutamenti architettonici avvenuti nel corso del tempo, illustra anche la storia della città e dei suoi protagonisti.

 

"SCOPRIRE LA CITTÀ" Le “insegne” del potere regio: le chiese di San Ferdinando e di San Francesco di Paola

Le “insegne” del potere regio: le chiese di San Ferdinando e di San Francesco di Paola
Due chiese diverse ma accomunate dallo stesso re: Ferdinando IV di Borbone.
La chiesa di San Ferdinando viene dedicata al sovrano per volontà dei Cavalieri costantiniani dopo l’espulsione dal Regno nel 1767 dei Gesuiti e conserva al suo interno, oltre agli affreschi di Paolo de Matteis e alle preziose acquasantiere realizzate da Cosimo Fanzago, il Monumento funebre di Lucia Migliaccio, seconda moglie di Ferdinando. La basilica di San Francesco di Paola viene invece costruita per volontà del Re, per ottemperare ad un voto fatto al Santo, dopo la cacciata dei Francesi da Napoli e il ritorno del sovrano borbonico sul trono.

 

NAPOLI E DINTORNI, I "DINTORNI": OPLONTIS E LA VILLA DI POPPEA

L’itinerario prevede la visita alla splendida villa di Poppea, seconda moglie dell’imperatore Nerone: un’imponente costruzione abbellita con splendidi affreschi e ricchi mosaici conservatisi perfettamente nei secoli.


SAN PAOLO MAGGIORE: DA TEMPIO DEI DIOSCURI A BASILICA TEATINA

Si tratta di una delle chiese più antiche e suggestive della città. Sorta nell'antica agorà greca e sull'area del tempio pagano dei Dioscuri alla fine dell'VIII secolo, la chiesa ha subito numerose trasformazioni e ampliamenti nel corso del tempo, fino ad assumere tra la fine del Cinquecento e la seconda metà del Settecento le forme attuali. L'interno si presenta estremamente ricco per le preziose decorazioni di marmi policromi e per la splendida sacrestia, affrescata tra fine Seicento e prima metà Settecento dal celebre Francesco Solimena.

NAPOLI SACRA: I SANTI APOSTOLI: BORROMINI E ALTRI "FORASTIERI"

L'esclusiva chiesa dei Santi Apostoli, è un vero e proprio manifesto dell'arte barocca a Napoli. Di antichissima fondazione, essa viene completamente rinnovata e abbellita tra l'ultimo quarto del Cinquecento e la prima metà del Seicento per volontà dei padri Teatini che ne avevano il patronato. Viene decorata così da Ferdinando Sanfelice, Francesco Borromini, Giovanni Lanfranco che la trasformano in uno dei complessi religiosi più ricchi e interessanti della città.

NAPOLI SACRA: SAN PIETRO A MAJELLA E I CONSERVATORI DI MUSICA A NAPOLI

Visita alla chiesa angioina di San Pietro a Majella, nel cui convento ha sede dal 1826 il celebre conservatorio di Musica.

 

NAPOLI SACRA: SANTA MARIA DI MONTEOLIVETO E IL RINASCIMENTO TOSCANO A NAPOLI

Visita alla splendida chiesa di Santa Maria di Monteoliveto, nota anche come Sant'Anna dei Lombardi. Di recente restaurata, la chiesa può essere considerata un vero e proprio gioiello di cultura rinascimentale toscana, per il ricco corredo scultoreo e gli affreschi realizzati da Vasari in sacrestia.

INFO

  • Durata della visita: 90 minuti
  • Gli itinerari possono subire delle variazioni inerenti la data, il percorso e l’orario in base alle condizioni climatiche e/o per problemi logistici

Per info e prenotazioni: 3421515905 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.